La macchina espresso a leva : La Pavoni

Un pò di storia…

Nel lontano 1905 un signore di nome Desiderio Pavoni realizza un brevetto ideato da Luigi Bezzera e iniziò così la commercializzazione delle prima macchine espresso cambiando per sempre il modo di fare il caffè. L’azienda con l’esperienza e la teconologia disponibile , è riuscita a risolvere molti problemi tecnici e di anno in anno ha costruito macchine sempre all’avanguardia unendo in un unico prodotto tecnologicamente moderno e dal sapore antico. L’utilizzo della leva manuale che consente di ottenere la pressione adatta ad estrarre l’aroma dal caffè macinato, è un sistema alla portata di tutti, basta un po’ di pratica e non scoraggiarsi ai primi risultati.
Oggi, dopo oltre un secolo l’azienda propone un serie di modelli a leva, per uso soprattutto domestico. A prima vista, qualsiasi modello si apprezza subito per la sua bellezza, il design con la leva attira l’attenzione e non si può fare a meno di guardare ogni minimo particolare. I materiali con la quale è costruita sono di ottima qualità, le parti in ABS sono ridotte al minimo , proprio dove sono necessarie, mentre per il resto abbiamo ottone cromato ed acciaio inox. Alcuni modelli presentano anche finiture in legno, tanto per sottolineare l’alta qualità che la Pavoni stessa vuole mantenere ,in un periodo in cui tutti ripiegano in materiali più economici che spesso gravano sulla durata della macchina stessa ed a rimetterci è sempre il cosumatore.

Perchè acquistarla e perchè no …

Come detto in precedenza, usare questa macchina richiede un pò pratica perchè durante l’estrazione del caffè servono entrambe le mani, una per spingere la leva ed una per tenere stabile la macchina tramite il portafiltro. Niente di impossibile, anzi sarete fieri dei risultati.
La procedura è molto semplice, si accende la macchina, la si lascia scaldare, quando la lancetta del termometro sarà al punto giusto potrete mettere il caffè e riporre il portafiltro ruotandolo da destra a sinistra. A questo punto non dovrete far altro che alzare la leva e da questo momento l’acqua calda inizierà a scendere dentro al portafiltro. Quando vedrete uscire la prima goccia d’acqua dagli ugelli allora sarà ora di spingere lentamente la leva verso il basso e magicamente il caffè inizierà a scendere. Sarete poi voi a decidere quanto lungo e forte sarà la vostra bevanda semplicemente bloccando la leva.

In conclusione

Utilizzare una macchina a leva è sicuramente una nuova esperienza consigliata soprattutto agli appassionati e a chi vuole passare del tempo ad imparare questo metodo. Il prezzo è contenuto in rapporto alla qualità delle macchine e soprattutto alla lunga vita che hanno.


Foto e Immagini delle macchine da caffè a leva La Pavoni